Caro Presidente Mattarella… lettera aperta sul femminicidio

Caro Presidente, Le scrivo come si fa a un padre, un uomo saggio, capace di ascolto e con una grande responsabilità sulle spalle, e mi rivolgo a Lei, che ricopre la massima carica dello Stato, cosciente di quanto sia difficile questo compito in un Paese come l’Italia. Le scrivo oggi per parlare di violenza maschile sulle donne, un fenomeno che coinvolge 7 milioni di donne … Continua a leggere Caro Presidente Mattarella… lettera aperta sul femminicidio

Giornata internazionale contro violenza sulle donne: agitazione permanente contro governo Salvini-Di Maio, bocciato anche dal Rapporto ombra per il Grevio

da Articolo21 L’agitazione permanente delle donne contro il governo Salvini – Di Maio è già iniziata e non finirà molto presto. Oggi, sabato 24 novembre, l’appuntamento è alle 14 in piazza della Repubblica, a Roma, dove chiunque, donne e uomini, potranno gridare il proprio dissenso verso politiche che non rispettano nessun diritto. Il movimento femminista “Non una di meno”, si presenterà per le strade senza … Continua a leggere Giornata internazionale contro violenza sulle donne: agitazione permanente contro governo Salvini-Di Maio, bocciato anche dal Rapporto ombra per il Grevio

#InQuantoDonna: linguaggio dei media

Quanto è importante la narrazione del femminicidio nell’informazione? Qui l’intervento sui media durante l’evento #InQuantoDonna organizzato dalla presidente della camera Laura Boldrini per il 25 novembre in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, pubblicato sulla 27esimaora del Corriere della sera online. L’incontro, che è stato trasmesso in diretta sulla Rai, si è svolto nell’aula di Montecitorio con 1.300 donne della società civile … Continua a leggere #InQuantoDonna: linguaggio dei media

Winstein e il punto di non ritorno

dalla rivista AZIONE – settimanale La paura non è più donna 25 novembre – Si celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne: dopo il caso Weinstein, ecco perché il mondo non sarà più come prima / 20.11.2017 di Luisa Betti Dakli Una settimana fa a Los Angeles centinaia di persone hanno sfilato, partendo dal Dolby Theater – dove vengono consegnati gli Oscar – percorrendo … Continua a leggere Winstein e il punto di non ritorno

Piano antiviolenza nazionale: a che punto siamo

Il nuovo anno si è aperto con i corpi di Rosanna Belvisi, Teresa Cotugno e Tiziana Pavani, uccise da partner in un contesto di relazioni intime, mentre Gessica Notaro e Yleni Bonavera, sono state aggredite e sfregiate da ex fidanzati che avevano lasciato. Femminicidi per i quali ancora troppi giornali parlano di “amore malato”, “delitto passionale” e “movente della gelosia”, quando invece sarebbe più corretto … Continua a leggere Piano antiviolenza nazionale: a che punto siamo

Se quello delle donne diventa un movimento globale

Nel mondo i diritti delle donne continuano a essere ignorati, stravolti e spesso rimessi in discussione anche in quei Paesi in cui erano stati dati per acquisiti. Negli Stati Uniti, per esempio, si prospetta un ritorno indietro di 50 anni con l’amministrazione Trump, mentre in Italia per certi aspetti il ritorno indietro c’è già, con una legge sull’interruzione di gravidanza ormai svuotata da dentro con … Continua a leggere Se quello delle donne diventa un movimento globale

Femminicidio e femmicidio: anche il dizionario italiano sbaglia

Diverse scuole di pensiero nel femminismo hanno individuato in quello che oggi abbiamo, da un certo punto in poi, chiamato femminicidio il punto decisivo nelle teorie fondanti sul patriarcato. Comunque nominata, la violenza maschile sulle donne è intesa o sottintesa come mezzo potente di moderazione dei comportamenti femminili. L’individuazione delle differenti espressioni della violenza maschile, nei pensieri femministi supporta e sostiene le teorie sull’antico predominio … Continua a leggere Femminicidio e femmicidio: anche il dizionario italiano sbaglia