DONNEXDIRITTI NETWORK

DonnexDiritti Network nasce dalla volontà di portare alla luce i luoghi bui del mondo e di dare voce a chi non è ascoltato, facendo emergere quelle verità scomode di fatti che non tutti vogliono vedere. Il nostro interesse primario è essere trasparenti nei confronti dei lettori e delle lettrici, e la nostra politica è quella di rimanere fuori da ogni compromesso, per cui possiamo garantire un’informazione giusta e libera grazie alla nostra indipendenza.

Il Network indaga su discriminazioni, violenza, abusi, trafficking, femminicidio e ogni genere di diritto violato con un focus sui diritti umani, e professioniste come magistrate, giornaliste, avvocate, docenti universitarie, psicologhe, economiste, ricercatrici, manager, contribuiscono alla sfida di creare un’ottica differente per leggere i fatti, la politica e tutta realtà che ci circonda, attraverso un laboratorio di idee e di riflessioni sul mondo, inaugurando un diverso modo di fare informazione.

DonnexDiritti Network è anche in inglese e su International Women è possibile accedere a contenuti selezionati per un pubblico internazionale. La piattaforma social del Network è una parte importante del nostro progetto e qui potrai trovare ulteriori contenuti sulle pagine di DonnexDiritti su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube. DonnexDiritti Network e International Women sono coperti da copyright, chi volesse riprodurne anche parzialmente i contenuti, deve indicarne la fonte.

DIRETTRICE

Luisa Betti Dakli

Giornalista d’inchiesta esperta di diritti umani, Luisa Betti Dakli dirige il giornale online DonnexDiritti Network / International Women (in lingua inglese), che ha come focus i diritti delle donne e delle persone di minore età in Italia e nel mondo. Consulente per la Commissione Pari Opportunità dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, si occupa come docente della formazione di giornalisti, avvocati, assistenti sociali e magistrati riguardo la violenza maschile sulle donne, le violazioni dei diritti dei minori, la vittimizzazione secondaria, le politiche e il linguaggio di genere. Scrive per il Corriere della Sera “27esimaora”, per la stampa estera e ha collaborato, tra gli altri, con Micromega, il Manifesto e la rivista di geopolitica “EastWest”.

Fa parte di Articolo 21 (Rete nazionale dei giornalisti per la libertà di stampa) e ha realizzato diverse inchieste e reportage in Italia, Europa, Medio Oriente, Africa e America Latina riguardo le violazioni dei diritti umani su donne e bambini, tra cui la condizione dei minori diversamente abili in Russia, le colf asiatiche ridotte in schiavitù nei paesi del Golfo, gli orfani bianchi dell’Europa dell’Est abbandonati dai genitori venuti a lavorare in Occidente, la tratta delle profughe irachene vendute come schiave del sesso durante la guerra in Iraq. Ha indagato sullo stupro di guerra in Africa e in Asia, sui matrimoni forzati in Africa, Medio Oriente, America Latina, in Cina, India e altri Paesi del Sud-Est asiatico, sulla condizione dei bambini nel conflitto siriano, sui suicidi di minori nel campo profughi di Moria in Grecia. Si è occupata delle donne rinchiuse in manicomio dopo essere state ripudiate dai loro mariti in India, della violenza subita dalle migranti, le molestie su ragazze nel mondo della swing dance, il gendercidio in Cina e il femminicidio in Russia.

Nel 2021 ha realizzato per DonnexDiritti Network la video inchiesta “Crimini invisibili” sulla violenza domestica occultata nei tribunali italiani e sulla violenza istituzionale su donne e bambini che cercano protezione ma che vengono puntiti per aver denunciato maltrattamenti e abusi in famiglia. Nel 2010 ha girato la video inchiesta “Il carcere sotto i tre anni di vita”: documentario sui bambini ospiti con le mamme detenute nel nido del Carcere Femminile di Rebibbia a Roma (40’) per Rainews 24, e ha indagato la condizione delle mamme in carcere con i loro piccoli nelle prigioni di Kabul, Repubblica Democratica del Congo, Cambogia, Russia, Argentina, Bolivia e in Chiapas. Ha fatto parte della Commissione per la tutela dei minori nella comunicazione per il Garante nazionale dell’infanzia e l’adolescenza, con cui ha pubblicato il volume “La tutela dei minorenni nel mondo della comunicazione” (edizioni Garante per l’Infanzia e l’adolescenza).

Ha partecipato al tavolo intergiuridico di studi per avvocati del Tribunale di Roma su “La narrazione della violenza sulle donne dai media alla società”, al tavolo di studio interdisciplinare per avvocati e magistrati con giudici, penaliste, psicologhe, avvocate, giornaliste su “Femminicidio: analisi, metodologia e intervento in ambito giudiziario. Per una strategia concreta di lavoro interdisciplinare”, e con l’Unione Nazionale camere minorili su “Un minore, tanti processi”. Ha preso parte come relatrice, tra gli altri, al tavolo parlamentare della Presidenza Camera dei deputati e Ministero Pari opportunità su “#nohatespeech. Parole libere o parole d’odio? Prevenzione della violenza on-line”, all’incontro parlamentare “Convenzione di Istanbul e Media” organizzato dalla Presidenza del Senato e Presidenza della Camera dei deputati, e al ciclo di studi internazionali “La promozione dei Diritti Umani: dalla teoria alla pratica” del Ministero degli esteri.

È stata presso il Consiglio d’Europa con il Ministero degli Esteri e la Presidenza della Camera come speaker su “Femminicidio: il ruolo dell’informazione” nella Conferenza internazionale “Al sicuro dalla paura, al sicuro dalla violenza”, è stata rappresentante italiana al Comune di Parigi per il tavolo internazionale “Femmes & Pouvoirs” sulla rappresentazione delle donne nella politica, e al Mairie de Le Mans de Paris come rappresentante italiana alla Conferenza “Autour de la Méditerranée. La force des femmes”. È stata ospite come rappresentate italiana alla 30esima Conferenza dell’Iranian Women’s Studies Foundation, all’Ambasciata Britannica di Roma presso il tavolo di scambio tra istituzioni su “Come promuovere la cultura dell’uguaglianza di genere per eliminare la violenza sulle donne. Confronto tra Regno Unito e Italia”, e anche all’Ambasciata americana come speaker su “La violenza maschile sulle donne e alcuni punti strategici per un cambiamento culturale in Italia” all’interno della tavola rotonda “Eliminating Gender-Based Violence in Italy: Challenges and Opportunities”.

Opinionista televisiva e radiofonica come esperta sui diritti di donne e bambini, è nella Giuria del premio Tania Passa dell’Ordine dei giornalisti del Lazio, Federazione nazionale della Stampa, Usigrai, e ha pubblicato diversi saggi tra cui “Il movimento #metoo e il ruolo dei media” in “Le molestie sul lavoro” (Franco Angeli), “Uccisa due volte. La responsabilità dei giornali” in “Stop violenza: le parole per dirlo” (Giulia Giornaliste, Fnsi, Inpgi, Usigrai), “Per una narrazione del femminicidio che superi la rivittimizzazione mediale” in “Convenzione di Istanbul e Media”, (Edizioni Senato della Repubblica Italiana), “Il femminicidio nei media” per “In Quanto Donna” curato dalla Presidenza della Camera dei deputati per la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne.

Ha ricevuto nel 2021 il riconoscimento dalle Nazioni Unite come testimonial e attivista rappresentante per l’Italia nella Giornata internazionale per i diritti umani, e le è stato conferito il Premio Cidu per la categoria “Libertà di stampa” da parte del Comitato interministeriale per i diritti umani presso la Farnesina. Ha anche ricevuto il premio internazionale “Semplicemente donna” 2021 nella categoria “Donna nell’informazione” e nel 2018 ha avuto il Premio Pegaso 8 marzo “per essersi distinta per sensibilità umana e professionale”. Partecipa ai Rapporti sulla condizione delle donne in Italia per il Comitato Cedaw dell’Onu e ha contribuito al Rapporto per Pechino+25.

TEAM

Cecilia Mussoni

Fotografa e Photo Researcher.

Lucrezia Cairo

Social Media Manager a capo del team.

Sara Albertini

Social Media Developer e supervisor.

Elena Carloni

Content Researcher per International Women.

Rosa Cervellini

Social Media Researcher.

CONTRIBUTORS

Paola Di Nicola

Giudice al Tribunale penale di Roma, esperta su violenza contro le donne e stereotipi giudiziari.

Giulia Bosetti

Giornalista d’inchiesta, inviata e autrice di Presadiretta, Rai Tre. Video Reporter per Rai e La7.

Margherita Carlini

Psicologa e Criminologa forense, Responsabile sportello Centro antiviolenza Ancona e Recanati.

Antonella Veltri

Presidente di D.i.Re, Rete nazionale dei centri antiviolenza,
e Ricercatrice del CNR.

Anna Simone

Docente Sociologia del diritto e devianza a Scienze Politiche, Università di Roma Tre.

Ilaria Boiano

Avvocata ufficio legale Differenza Donna e dell’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione.

Paola Ugolini

Critica d’arte Exibart, Screening Curator CortoArteCircuito, comitato scientifico AlbumArte.

Silvia Resta

Giornalista d’inchiesta, inviata de La7 e Responsabile Cpo dell’Ordine Giornalisti del Lazio.

Teresa Manente

Avvocata penalista esperta in gender violence, Responsabile ufficio legale Differenza Donna.

Gabriella Pacini

Ostetrica, Presidente Freedom for Birth-RAG, Socia Melograno e Consulente di Bellies Abroad.

Luisa Rizzitelli

Giornalista, Presidente di Assist, Direttrice Better Place e Ufficio stampa Differenza Donna.

Oria Gargano

Presidente di Befree, gestisce centri antiviolenza e case rifugio per vittime di tratta in Italia.

Manuela Ulivi

Avvocata e Presidente della Casa di accoglienza delle donne maltrattate di Milano (Cadmi).

Nadia Somma

Giornalista e Consigliera nel direttivo DiRe, già Presidente del centro antiviolenza Demetra.

Elisabetta Rosi

Giudice consigliera Corte di Cassazione, già Vice Capo Gabinetto Ministero Ambiente.

Graziella Priulla

Sociologa e saggista, già Docente di Sociologia dei processi culturali all’Università di Catania.

Loredana Taddei

Giornalista, già Responsabile Politiche di Genere Cgil Nazionale e Consigliera Ministero Lavoro.

Luisanna Porcu

Psicologa, Presidente del centro antiviolenza OndaRosa di Nuoro e Segretaria nazionale di DiRe.

Carla Quinto

Avvocata penalista, Responsabile dell’ufficio legale di BeFree cooperativa sociale.

Laura Aprati

Giornalista Rai, videoreporter, autrice televisiva per Unomattina, Rai Uno.

Loretta Bondì

Giornalista, è stata Alta funzionaria Onu, redattrice di Funambole RadioAttive.

Elvira Reale

Psicologa, Responsabile Centro Dafne Cardarelli, ha diretto il Centro Salute mentale di Napoli.

Stefania Spanò

In arte Anarkikka, autrice, illustratrice, vignettista, realizza campagne su donne e diritti.

Valentina Loiero

Giornalista, Caposervizio al TG5, già Capo ufficio stampa alla Presidenza della Camera.

Alessandra Praudi

Communication Consultant, Digital Media Strategist, Public relation e Media planning.

Daniela Colombo

Economista e Giornalista, è stata Presidente di Aidos, Ong internazionale per i diritti.

Sabrina Fiaschetti

Avvocata civilista esperta di diritto di famiglia, Ufficio legale di BeFree Cooperativa sociale.

Donatella Martini

Manager e Presidente di Donne in Quota, associata alla Lobby Europea e alla Rete per la Parità.

Eleonora Degrassi

Critica cinematografica e televisiva, esperta di genere nell’immaginario visuale.

Stéphanie Duncan

Giornalista, conduce Autant en emporte l’histoire su Radio France dagli studi di Parigi.

Ilaria Baldini

Associazione Resistenza Femminista e Operatrice volontaria al Cadmi di Milano.

Mirta Mattina

Psicologa, Responsabile Gruppo Progetto perinatalità dell’Ordine degli Psicologi del Lazio.

Monica Lanfranco

Giornalista e formatrice, Direttrice di Marea, ha fondato Altradimora spazio femminista.

Cristiana Scoppa

Giornalista, ha lavorato nella cooperazione allo sviluppo ed è stata Ufficio stampa di D.i.Re.

Sabrina Carreras

Giornalista d’inchiesta, inviata di Presadiretta su Rai Tre. Ha anche lavorato per La7.

Judith Pinnock

Psicologa e psicoterapeuta italo inglese, è esperta di linguaggi e comunicazione di genere.

Elisa Falcone

Avvocata penalista, specializzata nei reati contro la persona in sede di contrasto a violenza di genere.

Rosanna Oliva

Presidente della Rete per la Parità, Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Augusta Angelucci

Psicologa esperta di genere, Dirigente Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma.

Cinzia Sintini

Psicologa e Docente alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Biosistemica di Bologna.

Marina Pasqua

Avvocata penalista, Cpo Ordine Avvocati e Direttivo Camera Penale di Cosenza, Rete D.i.Re.

Frances Pinnock

Archeologa e co-direttrice della Missione Archeologica Italiana a Ebla, in Siria.

Bruna Rucci

Psicologa, Psicoterapeuta
Consulente tecnica, Responsabile sportello antiviolenza Medusa.

Filomena Zaccaria

Avvocata Cassazionista, Ufficio legale della Rete dei Centri antiviolenza “Sud Est Donne”.

CONTATTI

network@donnexdiritti.com

se vuoi info sul Network

team@donnexdiritti.com

se vuoi inviarci proposte di articoli, foto e video

lapostadelcuore@donnexdiritti.com

se vuoi scrivere una lettera

direttrice@donnexdiritti.com

se vuoi scrivere alla direttrice

contributors@donnexdiritti.com

se vuoi scrivere a una nostra collaboratrice

association@donnexdiritti.com

se vuoi contattare l'associazione

network@donnexdiritti.com

se vuoi info sul Network

direttrice@donnexdiritti.com

se vuoi scrivere alla direttrice

lacorrispondenza@donnexdiritti.com

se vuoi scrivere una lettera

team@donnexdiritti.com

se vuoi inviarci proposte di articoli, foto e video

association@donnexdiritti.com

se vuoi contattare l'associazione

contributors@donnexdiritti.com

se vuoi scrivere a una nostra collaboratrice

internationalwomen@donnexdiritti.com

if you want write to us for info and questions

internationalwomen@donnexdiritti.com

if you want write to us for info and questions

DONNEXDIRITTI ASSOCIATION

DonnexDiritti Association è editore della testata online DonnexDiritti Network, persegue finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, e ha come scopo primario l’attività di promozione, informazione, sensibilizzazione, formazione, tutela e intervento nell’ambito dei diritti umani, nonché dei diritti delle donne e delle persone di minore età, con attività miranti al contrasto e alla prevenzione di diritti violati, comprese le discriminazioni verso donne, bambini e migranti, con progetti in Italia e all’estero. DonnexDiritti Association ha come fine la lotta alla violenza contro le donne e le persone di minore età, nonché la prevenzione e il contrasto alla violenza verso tutte le persone perseguitate e discriminate nel mondo. DonnexDiritti sostiene l’empowerment femminile e prevede al suo interno socie donne, mentre gli uomini possono iscriversi come soci sostenitori per promuoverne l’attività.

SOSTIENI IL NETWORK

DonnexDiritti Network è una piattaforma d’informazione gratuita e non prevede abbonamenti. È un progetto di DonnexDiritti Association e per questo ha la libertà di poter offrire un’informazione trasparente e libera da ogni compromesso. Questa libertà però ha un costo e per questo ti chiediamo di sostenerci con un contributo che deciderai tu. Per avere maggiori info e per sapere come fare, scrivici a network@donnexdiritti.com

 

photo credit © Alessia Mastropietro