Se quello delle donne diventa un movimento globale

Nel mondo i diritti delle donne continuano a essere ignorati, stravolti e spesso rimessi in discussione anche in quei Paesi in cui erano stati dati per acquisiti. Negli Stati Uniti, per esempio, si prospetta un ritorno indietro di 50 anni con l’amministrazione Trump, mentre in Italia per certi aspetti il ritorno indietro c’è già, con una legge sull’interruzione di gravidanza ormai svuotata da dentro con … Continua a leggere Se quello delle donne diventa un movimento globale

Ma quali diritti?

“Il 2016 è stato un anno disastroso per i diritti umani nel mondo”, ha detto ieri Zeid Raad Al Hussein l’Alto commissario delle Nazioni Unite alla vigilia della Giornata dei diritti umani che si celebra oggi, passando in rassegna i nuovi flussi migratori, il traffico di armi e di droga, il cambiamento climatico, il terrorismo globale, le guerre in corso – soprattutto Siria e Yemen … Continua a leggere Ma quali diritti?

Puppato/Idem: Immagino un Paese dove ci prendiamo le redini e non aspettiamo che ce le diano (2013)

La 27esimaora – Corriere.it – OTT 31   Luisa Betti Come dovrebbe essere l’Italia per diventare un Paese per donne? La domanda è posta a bruciapelo a quelle che ricoprono ruoli istituzionali e a chi, con le proprie decisioni, può determinare la vita di altre persone. Una sorta di brainstorming al femminile che parte dalla fine: l’immagine di un luogo dove una donna possa vivere a proprio … Continua a leggere Puppato/Idem: Immagino un Paese dove ci prendiamo le redini e non aspettiamo che ce le diano (2013)

Alle donne si chiedono passi indietro (2013)

Azione 02/set/2013 – Luisa Betti Intervista Aysegul Yaraman, docente universitaria a Istanbul, parla della condizione femminile in Turchia e delle spinte imposte da Erdoğan che cancellano molte conquiste acquisite Oggi a Istanbul della mobilitazione che nei mesi di giugno e luglio ha riversato migliaia di uomini e donne contro il governo di Erdoğan, sembra rimasto ben poco. In compenso piazza Taksim sembra una caserma a … Continua a leggere Alle donne si chiedono passi indietro (2013)

Lacrime e sangue per donne e bambini (2012)

Azione 27/feb/2012 Luisa Betti La crisi greca 400mila famiglie senza reddito e sempre più casi di minori abbandonati  In questo momento in Grecia i senza lavoro sono circa 1’029’587 e la disoccupazione è al 20,9% (dati ELSTAT – Autorità del Sistema Statistico Greco). Il paese, che fino al 2006 aveva una crescita del 5,6%, oggi ha un debito di 325 miliardi di euro ed è stato … Continua a leggere Lacrime e sangue per donne e bambini (2012)

Una carta Storica per le donne (2013)

Azione 15/apr/2013 – Luisa Betti Accordo Onu Grande passo avanti per la tutela di donne e bambine nel mondo grazie all’impegno di Michelle Bachelet che ora torna in Cile per la corsa alla presidenza «Questa è stata la mia ultima sessione della Csw (Commission on the Status of Women), perché per motivi personali tornerò nel mio Paese, anche se continuerò a lavorare per l’uguaglianza di genere … Continua a leggere Una carta Storica per le donne (2013)

2012, attacco al corpo delle donne (2012)

IL MANIFESTO, GENERI – SOCIALE, POLITICA, CULTURA – 20.05.2012 – Luisa Betti La politica per le donne è costosa e pericolosa, e l’ideologia reazionaria che mette al primo posto “dio, patria e famiglia” è il primo baluardo di questa battaglia Succede ovunque e non riguarda soltanto il diritto alla salute o la violenza ma tutto ciò che ruota intorno al corpo delle donne: perché il controllo del corpo femminile … Continua a leggere 2012, attacco al corpo delle donne (2012)