Gli Usa decidono sul ritiro delle truppe, mentre l’Isis tortura ancora 3.000 yazide nell’indifferenza mondiale

Mentre il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, durante il discorso sullo Stato dell’Unione, diceva che era giunto il momento di riportare a casa le truppe statunitensi, i senatori votavano contro il ritiro dei soldati statunitensi dalla Siria e dall’Afghanistan (77 voti contro 23). L’emendamento passato due giorni fa è di un fedelissimo di Trump, il senatore repubblicano Mitch McConnell, e il testo dice che un ritiro adesso potrebbe … Continua a leggere Gli Usa decidono sul ritiro delle truppe, mentre l’Isis tortura ancora 3.000 yazide nell’indifferenza mondiale

Il campo di Moria dove i bambini tentano il suicidio: gli effetti inumani di una frontiera chiusa

Se parliamo di respingere i profughi che arrivano in Italia e in Europa per scappare da situazioni pericolose e dalla guerra, contrariamente a quanto prevede la Convenzione di Ginevra per cui chi ha motivo di temere di essere perseguitato dovrebbe essere protetto dal rimpatrio, dobbiamo sapere chi sono e come vivono queste persone che vengono respinte. Donne, bambini, uomini che fuggono da guerre volute e … Continua a leggere Il campo di Moria dove i bambini tentano il suicidio: gli effetti inumani di una frontiera chiusa

Le schiave del nuovo Iraq (2012)

              East – rivista di geopolitica – febbraio 2012 – Luisa Betti Sono 4mila le ragazze sparite nel nulla da quando, nel 2003, gli Stati Uniti iniziarono la guerra contro Saddam Hussein. Un numero che l’organizzazione londinese Sceme (Social Change through Education in the Middle East), nel report Karamatuna (La nostra dignità) presentato qualche mese fa, riferisce alle donne … Continua a leggere Le schiave del nuovo Iraq (2012)