Gli States riconoscono la minaccia del clima sulla gravidanza

Le leggi sulla salvaguardia dell'ambientale sono una parte fondamentale per la crisi della salute materna

Lucrezia Cairo
Lucrezia Cairo
Social Media Manager



Gli Stati Uniti hanno le peggiori statistiche di mortalità materna e morbilità tra i paesi ricchi, e i tassi di natalità prematura sono aumentati in cinque anni. In particolare le donne native americane e nere hanno probabilità tre volte maggiore di morire per cause legate alla gravidanza rispetto alle donne bianche, e i tassi di morti infantili, basso peso alla nascita e nascite premature, sono circa il doppio per i bambini neri rispetto a quelli bianchi. Per questo durante l’ultima sessione del Congresso degli Stati Uniti, si è previsto un

super pacchetto di 12 leggi per migliorare la salute materna, con riforme e miglioramenti che includono maggiori finanziamenti per le organizzazioni che lavorano con donne in gravidanza

lavoratori perinatali, una copertura assicurativa sanitaria governativa (Medicare) più lunga per le donne incinte e l’istituzione di una commissione di uno studio sulle morti materne e malattie gravi tra i nativi americani. Un pacchetto che include un disegno di legge per iniziare ad affrontare anche gli impatti legati alla crisi climatica sulla salute materna, dove si fa riferimento all’impatto dannoso dell’inquinamento atmosferico sulla gravidanza e sulla salute dei bambini, così come

la maggiore vulnerabilità delle donne incinte a temperature elevate che diventa particolarmente rilevante per le lavoratrici all’aperto in relazione al riscaldamento globale

in quanto potrebbero esserci impatti negativi sulla salute delle donne in gravidanza a causa dell’aumento del rischio di diabete gestazionale e dell’aumento dei ricoveri in condizioni di caldo estremo. Una nuova revisione della ricerca esistente sull’esposizione della gravidanza al caldo e sugli esiti negativi del parto, ha evidenziato questo collegamento e avverte il maggior impatto sulle donne a basso reddito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

News

On screen