L’archeologia dimostra che 9.000 anni fa le donne comandavano

A Wilamaya Patjxa nelle Ande peruviane, i resti di una cacciatrice dimostrano che non vi era differenza tra i sessi

Tebany Yune
Tebany Yune
Giornalista freelance, si occupa di scienza e tecnologia



Lo scheletro di una donna primitiva con un una lancia da caccia sta mettendo in discussione le antiche credenze sul fatto che gli uomini andassero a cacciare mentre le donne raccoglievano i frutti della Terra. I resti di 9.000 anni fa sono stati trovati insieme a un kit per la caccia completo, includendo 20 pietre proiettili e una pila di lame ordinatamente impilate.

La scoperta nelle Ande

Randall Haas

La scoperta ha portato un team di archeologi a investigare in maniera approfondita altri siti, portandoli a teorizzare che esistevano dei ruoli molto più paritari nelle tribù antiche invece che negli studiosi moderni. Lo studio di questi archeologi è stato pubblicato sul giornale ScienceAdvances. L’autore principale, Randall Haas, insieme col suo team ha trovato l’antica tomba di una donna all’interno di un sito archeologico peruviano a un’altitudine di circa 3962 metri, e quando hanno visto l’insieme di strumenti vicino al corpo, hanno subito pensato di aver scoperto il corpo di un abile cacciatore.

“Tutti continuavano a parlare di quanto dovesse essere stato un grande capo, un uomo forte”, ha detto Haas. Ma la forma delle ossa era diversa da quella di un uomo e un’analisi dentale ha confermato che in realtà appartenevano a una donna giovane, tra i 17 e i 19 anni

Excavations at Wilamaya Patjxa site in Peru © Randall Haas/University of California

Il ruolo delle donne

L’analisi dei denti ha anche dimostrato che la ragazza seguiva una dieta tipica da cacciatore fatta di carne e piante, portando il team a concludere che si trattava di una giovane cacciatrice.

La scoperta ha portato la squadra a decidere di cercare altri resti di tombe antiche contenenti individui che fossero stati sepolti con attrezzi da caccia. All’interno dei 107 siti con più di 8.000 anni sono stati ritrovati ben 10 uomini e 16 donne con strumenti simili. Chiaramente è un campione di analisi molto piccolo, ma gli autori pensano che sia abbastanza per concludere che le donne in realtà hanno svolto un ruolo molto importante nella caccia. I modelli statistici hanno dimostrato che è possibile stabilire una percentuale variabile tra il 30 e il 50% di donne che svolgevano questo ruolo, portando il team ad ammettere che

“la dinamica della caccia si svolgeva in maniera neutrale, senza riguardo rispetto al genere di appartenenza”

Quanto emerge è dunque in netto contrasto con l’assetto della società contemporanea e gli ormai stabiliti gruppi di caccia e di raccolta delle piante e frutti, che tendono a dividersi in maniera molto netta rispetto al genere preso in considerazione. “Le pratiche di caccia e di raccolta delle società più recenti sono altamente divise in base al genere, il che potrebbe portare a pensare che l’ineguaglianza sessista a livello economico e nei ruoli di comando sia in qualche modo naturale”, ha spiegato Haas a Science Focus.

“Ma adesso è chiaro che la divisione del lavoro in base al sesso era differente e più equa nel passato più antico della nostra specie

Le tombe

In altre parole, la scoperta prova che le donne cacciatrici non erano così rare come la gente può pensare, tanto che gli autori dello studio hanno rimproverato altri “studiosi” per i loro pregiudizi, scrivendo che “generalmente accettano senza discutere che i proiettili di pietra all’interno delle tombe degli uomini possano essere strumenti di caccia, mentre quando si tratta delle donne non sono così propensi a farlo”.

È quindi qualcosa su cui l’intero campo ha necessità di lavorare. “Il messaggio di questa nuova scoperta è che le donne sono da sempre state in grado di cacciare e lo hanno fatto” ha detto l’archeologa Bonnie Pitblado a Science Magazine, che non ha preso parte allo studio. E, francamente, nessuno dovrebbe essere sorpreso da questa scoperta. “Queste donne hanno vissuto su nelle Ande, a 3.962 metri di altitudine a tempo pieno” ha aggiunto. “Se sono riuscite a fare questo, senza dubbio avranno anche abbattuto un cervo”.

________________________

Questo articolo scritto da Tebany Yune il 23 febbraio 2021 è stato pubblicato da mic.com – Traduzione di DonnexDiritti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

News

On screen