Lavoro nel Regno Unito: se la discriminazione di genere è strutturale

Pochi giorni fa sono stati presentati i dati ufficiali pubblicati dal Government Equalities Office secondo cui nel Regno Unito ci sarebbero almeno otto aziende su dieci che pagano gli uomini più delle donne. Dati che sono il risultato della decisione della premier, Theresa May, d’introdurre, un anno fa, la legge che obbliga tutti i datori di lavoro con più di 250 dipendenti a rendere pubblici i dati sul gap di genere nei salari. E … Continua a leggere Lavoro nel Regno Unito: se la discriminazione di genere è strutturale

Quanti soldi guadagni (in meno)?

Starbucks negli Stati Uniti ha raggiunto la parità salariale per uomini, donne e dipendenti di tutte le razze. Lucy Helm, vicepresidente esecutivo dell’azienda, ha detto che “il divario retributivo di genere è reale e Starbucks si impegna non solo a parlarne, ma ad affrontarlo”.  Altre aziende stanno seguendo l’esempio della catena del caffè ma è evidente che siamo ancora troppo indietro. Se mettiamo insieme i … Continua a leggere Quanti soldi guadagni (in meno)?

Media: il dissenso di genere che serve al cambiamento

Ieri nella sede della Federazione nazionale della stampa a Roma, si è svolta una giornata formativa per giornalisti e giornaliste su media, molestie sessuali, disparità, organizzata da Odg Lazio, Fnsi, Articolo21 e GiULiA giornaliste.Una giornata moderata da Tiziana Ferrario e Anna Bandettini che sono riuscite a tenere insieme un numero molto alto di interventi su temi diversi, senza mai perdere il filo del discorso con voci … Continua a leggere Media: il dissenso di genere che serve al cambiamento

L’Italia torna in piazza contro il fascismo

Mai come in questa campagna elettorale il neofascismo è stato così attivo: da CasaPound alla Lega Nord, passando per Forza Nuova, si è passati dai messaggi razzisti, xenofobi e machisti, a vere e proprie aggressioni, culminate con quella di Macerata dove Luca Traini, che era candidato per la Lega Nord, ha sparato per strada contro persone di colore ferendone 6: un uomo che si è … Continua a leggere L’Italia torna in piazza contro il fascismo

Quanto dobbiamo tornare indietro?

Firenze, due ragazze americane in piena notte, non trovando un taxi, vengono riaccompagnate a casa da due carabinieri arrivati per sedare una rissa nella discoteca dove si trovavano le giovani. Appena messo piede in casa denunciano uno stupro, da parte dei due uomini in divisa che le avrebbero seguite nell’abitazione dove alloggiavano per aggredirle, una in ascensore, l’altra per le scale. Si aprono le indagini, … Continua a leggere Quanto dobbiamo tornare indietro?

Come non sostituire la democrazia con l’autoritarismo

Nella sua introduzione al rapporto di Human Rights Watch (HRW) per il 2018 sulla situazione dei diritti umani nel mondo, il direttore esecutivo Kenneth Roth spiega come arginare (per quanto sia possibile) l’ondata travolgente di autoritarismo, populismo e intolleranza in Europa e nel mondo. Il volto delle nuove destre viste dalla parte del diritto.  da AZIONE  Resistere al populismo HRW – È uscito il 28.mo rapporto annuale … Continua a leggere Come non sostituire la democrazia con l’autoritarismo

Perché portare in tv Luxuria sulla violenza contro le donne?

Non ci sono dubbi, la tentazione di diventare un caso mediatico solletica tutti. Ma tutto ha un limite. La trasmissione #cartabianca in cui Asia Argento è stata rivittimizzata davanti a milioni di telespettatori è un cattivo esempio di tv ma anche di un giornalismo impreparato ad affrontare un tema così delicato come la violenza maschile sulle donne, come spesso succede passando anche inosservato in numerosi … Continua a leggere Perché portare in tv Luxuria sulla violenza contro le donne?