Violenza in Italia: la rassegna di una giornata qualunque

  Forse non tutti fanno una rassegna stampa giornaliera su fatti di violenza contro donne e minori, e lo posso capire, perché iniziare la giornata così non è bello, mette qualcosa di pesante sul tuo stomaco che rimane tutta la giornata come un groppone. Ci vuole molta resistenza a trattare con certi temi, e la resistenza raddoppia quando approfondisci, vai infondo, scrivi e fai informazione … Continua a leggere Violenza in Italia: la rassegna di una giornata qualunque

Fuori dal web chi istiga alla violenza*

Nome, cognome, foto, tra un po’ ci manca solo l’indirizzo e poi te li trovi anche sotto casa, perché se sei contro di loro ti può succedere di tutto. È il partito trasversale dei padri separati (non tutti fortutamente), tra cui si annovarano anche donne che difendono i loro partner da ex mogli “cattive”. Un gruppo compatto, politicamente trasversale, dove non fa differenza di che … Continua a leggere Fuori dal web chi istiga alla violenza*

Seppellita viva dal padre perché “brutta”

Pubblico integrale la notizia riportata dall’Ansa, e anche da altri giornali e agenzie, di un padre che ha seppellito viva la figlia appena nata perché “era brutta”. Una neonata uccisa in quanto femmina non coerente con lo stereotipo della “bella bambina”, e per questo uccisa dal padre. Una discriminazione che per questa neonata è avvenuta appena messa al mondo. Ma le bambine che muoiono appena … Continua a leggere Seppellita viva dal padre perché “brutta”

Padri “esemplari”

  Una visita “a sorpresa”, una visita che doveva essere anche l’ultima, per lui ma soprattutto per le sue tre figlie. Amara, 11 anni, Sophie, 8 anni, e Cecilia, 5 anni, sono state uccise quattro giorni fa negli Stati Uniti dal loro papà che era stato accolto in casa per una visita. Jessica Sciaffusa e Aaron Schaffhausen avevano divorziato a gennaio. Aaron viveva a Minot, nel … Continua a leggere Padri “esemplari”

Quando chi scrive “è a rischio”

Gentili lettori e lettrici, mi vedo costretta a chiudere lo “spazio libero” di dibattito sulla Pas (sindrome di alienazione parentale) che avevo aperto in questo blog, che quindi tornerà ad essere quello che è per sua natura: uno spazio tematico messo a disposizione dal manifesto e gestito dall’autore (cioè da me) con piena facoltà di accettare o meno i commenti. E’ una decisione che mi duole, … Continua a leggere Quando chi scrive “è a rischio”

Ogni giorno un femmicidio in più

Maria Anastasi era incinta di nove mesi, aveva già tre figli adolescenti, e il suo corpo è stato trovato nelle campagne di Erice in provincia di Trapani in Sicilia. Ad ucciderla è stato il marito, Antonio Savelli, che ha fornito ai magistrati due versioni contrastanti in cui nella prima coinvolgeva i figli, che hanno smentito il padre, e nella seconda accusava la moglie di avere … Continua a leggere Ogni giorno un femmicidio in più

Femmicidi: che altro deve succedere?

  Scorrendo “La clausola dell’Europea più favorita”, il progetto dell’associazione francese Choisir la cause des femmes che ha svolto un lavoro certosino nel 2008 sulle leggi più progressiste esistenti in Europa raccolte in un gruppo di norme giuridiche che regolamentino i diritti specifici delle donne su maternità, vita professionale e familiare, lotta contro la violenza e la parità politica – “Clausola” approvata dal parlamento francese, presentata anche … Continua a leggere Femmicidi: che altro deve succedere?