Quando l’orco è un prete

Ogni volta che leggo qualcosa a proposito delle violenze subite da minori da parte di preti e alte sfere del clero, mi chiedo se possa bastare un “chiedo scusa” per chiudere la questione senza che il potere secolare della santa romana chiesa venga mai scalfito: un potere con cui questi uomini, evidentemente molto, troppo terreni, continuano a gestire scuole, oratori, luoghi di ritrovo per giovani, … Continua a leggere Quando l’orco è un prete

Kabul: metti un mattone per la libertà

Ci sono bambini che nascono già grandi, altri non nascono per niente, altri ancora vengono venduti per il traffico sessuale, come piccoli schiavi o come carne da fare a pezzi per il traffico di organi. In Afghanistan il tasso di mortalità infantile è di 257 piccoli che, su 1.000 nati, muoiono prima di raggiungere i 5 anni, e chi supera la soglia dei 3 iniza subito ad aiutare la … Continua a leggere Kabul: metti un mattone per la libertà

Paura quotidiana nella metro di NYC

C’è chi viene molestata mentre raggiunge la piattaforma del treno, chi è costretta a guardare un uomo mentre si masturba nel vagone vuoto, o chi rimane vittima di uno stupro. Non è un posto dimenticato da dio, ma il civilissimo Occidente, e per la precisione i trasporti pubblici di New York. Secondo uno studio che risale al 2007 circa il 63% dei newyorchesi hanno subito … Continua a leggere Paura quotidiana nella metro di NYC

Basta con le spose bambine

Vendute, cedute, massacrate, abusate e violentate fino alla morte, le spose bambine sono, secondo l’Onu, circa 60 milioni sparse nel mondo. In Medio Oriente la situazione è più difficile da valutare perché il fenomeno non è censito, ma in Turchia tre spose su dieci sono adolescenti, soprattutto nelle aree orientali del Paese e nell’Anatolia, mentre in Arabia Saudita, dove si applica la sharia (la legge islamica), e dove qualche anno fa una bimba di 8 anni … Continua a leggere Basta con le spose bambine

Sei una strega? ti taglio la testa

Lunedì scorso una donna, Amina Bint Abdul Halim Salem Bin Nasser, è stata decapitata in Arabia Saudita, nella provincia settentrionale di al-Jawf, con l’accusa di “stregoneria e magia”. Philip Luther, direttore ad interim di Amnesty International del Medio Oriente e Nord Africa, afferma che “anche se non conosciamo i dettagli degli atti con cui le autorità hanno accusato Amina, l’accusa di stregoneria è stato spesso usata in … Continua a leggere Sei una strega? ti taglio la testa

Prima la sposa e poi l’ammazza

Come da manuale: lui e lei stanno insieme, sono una coppia, poi nasce un figlio, ma lui comincia a maltrattarla, a picchiarla, fino a quando lei non si stufa e se ne va. Lui allora perde il controllo, la sua identità di maschio dominante è gravemente minacciata dall’assenza della sua vittima prediletta e comincia a perseguitarla, a controllarla da lontano, fino a quando non decide … Continua a leggere Prima la sposa e poi l’ammazza

Nobel, roba da femmine

Nella Giornata Internazionale dei Diritti Umani tre donne con splendidi copricapo colorati, la presidente liberiana, Ellen Johnson Sirleaf, la connazionale creatrice di uno dei movimenti pacifisti più imponenti della storia, Leymah Gbowee, e l’attivista yemenita Tawakkol Karman,  durante la solenne cerimonia che si è svolta oggi a Oslo, hanno ricevuto il premio Nobel per la pace: “Nelle guerre moderne, la maggior parte delle vittime è costituita … Continua a leggere Nobel, roba da femmine