La forza delle donne

“Prendiamo con estrema serietà la promessa del presidente Donald Trump di voler ribaltare le sentenze della Corte Suprema sulle garanzie concesse alle donne come Roe v. Wade (ndr, legislazione sull’aborto negli Usa), e il suo impegno a ritirare gli ordini esecutivi emessi dal presidente Obama, riguardanti la garanzia della parità di retribuzione. Abbiamo combattuto questo tipo di minacce finora e abbiamo vinto. Lo faremo di … Continua a leggere La forza delle donne

Melito, specchio di un’Italia che non vuole cambiare

Il caso di Melito Porto Salvo, in Calabria, dove una ragazza ha denunciato di essere stata stuprata da 8 uomini per due anni consecutivi nel silenzio più totale della famiglia che sapeva e della comunità in cui la ragazza viveva, sta scuotendo le coscienze di un Paese che ogni volta s’indigna per rimanere, o tornare, al punto di partenza. La ragazza, che ha iniziato a … Continua a leggere Melito, specchio di un’Italia che non vuole cambiare

La Chernobyl oltre il 2000 e i suoi nipoti radioattivi

A 30 anni dallo scoppio del reattore 4 in Ucraina, pubblico oggi un articolo inedito scritto da me e mio marito, Astrit Dakli, all’interno di un progetto di video inchiesta sui bambini nati dai figli di Chernobyl, ideato insieme venticinque anni dopo la tragedia. Il progetto nacque dalla coincidenza dei nostri ambiti di lavoro: i bambini per me, Chernobyl per lui. Astrit è stato uno dei primi giornalisti ad … Continua a leggere La Chernobyl oltre il 2000 e i suoi nipoti radioattivi

Sconto di pena all’ex che l’ha massacrata: Elisa racconta la sua storia

“Mi prendeva per i capelli e mi sbatteva la testa al muro, e poi mi bruciava la carne con le sigarette per farmi rinsavire”. Con queste parole inizia il lungo racconto di Elisa Consoli che nel 2014 ha vissuto l’incubo della violenza da parte del suo insospettabile fidanzato (F.M.) il quale, condannato in primo grado a 8 anni di reclusione per maltrattamenti e lesioni, ha … Continua a leggere Sconto di pena all’ex che l’ha massacrata: Elisa racconta la sua storia

Otto marzo apocalittico

Oggi, otto marzo di un anno nero, ricomincio a scrivere dopo un lutto terribile: la perdita del mio amatissimo marito, Astrit Dakli, un uomo che, come disse una mia amica “anche una femminista può pensare di amare”. È per lui, per un uomo quindi, che scrivo in questa giornata dedicata alle donne, sapendo di andare controcorrente, perché come non basta una vagina per essere femminista … Continua a leggere Otto marzo apocalittico

Chiara e la casa che ancora non c’è: quando i giornali speculano sul femminicidio

“Siamo al paradosso, la gente mi ferma per strada dicendomi che è stata data la casa a Chiara e che quindi è tutto risolto: sanno più loro che me. Ma chi divulga queste notizie senza aver accertato prima, non sa che così si rischia di danneggiare mia figlia invece di aiutarla? Non so come fare”. A parlare è Maurizio Insidioso, il padre di Chiara, la … Continua a leggere Chiara e la casa che ancora non c’è: quando i giornali speculano sul femminicidio

Chiara, sopravvissuta alla violenza maschile e senza casa, andrà in una clinica per anziani. E lo Stato dov’è?

Chiara Insidioso è una sopravvissuta al femmicidio. Massacrata due anni fa e ridotta in fin di vita a 19 anni dall’uomo che credeva di amare, Maurizio Falcioni (35 anni), oggi Chiara cerca di tornare al mondo in una stanza d’ospedale al Santa Lucia di Roma, assistita amorevolmente da genitori, amici, parenti, medici e riabilitatori. Ma ci sono due notizie sul caso della ragazza che alza il … Continua a leggere Chiara, sopravvissuta alla violenza maschile e senza casa, andrà in una clinica per anziani. E lo Stato dov’è?