Flussi migratori e violenza sulle donne: respingere e non revocare l’accordo con la Libia significa macchiarsi le mani di sangue

Quotidianamente rimbalza sulle pagine dei giornali e spesso viene usato in maniera strumentale come mera propaganda politica senza che si affronti mai la vera causa e un piano realistico d’intervento per un fenomeno che è comunque in crescita e causato dai continui conflitti causati proprio da quell’Occidente in cui queste persone cercano riparo. Parliamo dei flussi migratori, che non sono una cosa di adesso ma … Continua a leggere Flussi migratori e violenza sulle donne: respingere e non revocare l’accordo con la Libia significa macchiarsi le mani di sangue

Prostituirsi è una libera scelta? Legge Merlin al vaglio della Corte Costituzionale: le donne si ribellano

Oggi la Corte costituzionale si riunisce per stabilire o meno profili di incostituzionalità della legge Merlin del 1958 che ha introdotto i reati di sfruttamento, induzione e favoreggiamento della prostituzione. Una legge che non dice che la prostituzione è un reato ma introduce quelli citati anche se fosse “volontariamente e consapevolmente esercitata”. A contestarla sono Giudici di Bari su richiesta dei difensori degli imputati al processo … Continua a leggere Prostituirsi è una libera scelta? Legge Merlin al vaglio della Corte Costituzionale: le donne si ribellano

Le schiave degli sceicchi (2012)

    East – rivista di geopolitica – novembre 2012 Luisa Betti Arrivano dalle Filippine, dallo Sri Lanka, dall’Indonesia dal Nepal e dall’Etiopia, in fuga da condizioni di vita disumane e in cerca di una speranza. Nei paesi che raggiungono non sono considerate lavoratrici, perché non esiste un quadro di riferimento normativo capace di inquadrarle, né alcuna forma di tutela in grado di accoglierle per … Continua a leggere Le schiave degli sceicchi (2012)

Le schiave del nuovo Iraq (2012)

              East – rivista di geopolitica – febbraio 2012 – Luisa Betti Sono 4mila le ragazze sparite nel nulla da quando, nel 2003, gli Stati Uniti iniziarono la guerra contro Saddam Hussein. Un numero che l’organizzazione londinese Sceme (Social Change through Education in the Middle East), nel report Karamatuna (La nostra dignità) presentato qualche mese fa, riferisce alle donne … Continua a leggere Le schiave del nuovo Iraq (2012)

La violenza non è un passepartout (DL femminicidio II parte)

Mentre sui giornali appaiono notizie di arresti in flagranza per violenza domestica grazie al decreto legge sul femminicidio (n.93/2013), come se fosse spuntata la bacchetta magica in mano a uno Stato incapace di affrontare il problema, continuano le critiche argomentate verso il DL di ferragosto che però, guarda caso, non hanno uno spazio mediatico adeguato, almeno sui giornali nazionali a grande tiratura. Un meccanismo di speculazione … Continua a leggere La violenza non è un passepartout (DL femminicidio II parte)

Carta Onu su violenza contro le donne, l’Italia e Bersani

In un paese vicino Frosinone, l’altro ieri un un uomo di 57 anni ha inseguito con l’auto la sua ex, anche lei in macchina, speronandola fino a farla schiantare contro un muro e poi, con un’ascia, ha frantumato il vetro dello sportello per colpire la donna che invece è riuscita a ripartire e scappare; mentre rimangono ancora gravi le condizioni della donna ritrovata col cranio … Continua a leggere Carta Onu su violenza contro le donne, l’Italia e Bersani

Perché #Boldrinipresidente è una vittoria delle donne

  È la terza carica dello Stato ed è la terza donna, dopo Nilde Iotti e Irene Pivetti, che viene scelta per questo incarico. Parliamo di Laura Boldrini, eletta con Sel alle ultime elezioni italiane, e che oggi è passata con 327 voti (malgrado i 13 voti mancanti dell’area dei deputati del centrosinistra), in un Parlamento in cui siederà sulla poltrona della Presidenza alla Camera. … Continua a leggere Perché #Boldrinipresidente è una vittoria delle donne