Femminicidi: caro Salvini non serve il Codice rosso ma la Convenzione di Istanbul

Nel giro di due giorni si sono succeduti tre gravissimi episodi legati alla violenza maschile sulle donne: Marisa Sartori, 25 anni, è stata uccisa dall’ex marito a Curno, in provincia di Bergamo, mentre la sorella che ha cercato di difenderla è stata gravemente ferita; a Vercelli Simona Rocca, 40 anni, è stata picchiata in un centro commerciale dall’ex fidanzato che ha tentato di ucciderla dando … Continua a leggere Femminicidi: caro Salvini non serve il Codice rosso ma la Convenzione di Istanbul

I punti cardinali del DDL Pillon

Introduzione di Luisa Betti Dakli al convegno “Riforma della famiglia e ddl Pillon. I doveri degli adulti e i diritti dei bambini” organizzato da Articolo21 e Magistratura democratica 18 dicembre al senato. In Italia il governo mette in discussione il diritto di famiglia, soprattutto per quello che riguarda il divorzio e l’affido condiviso già inserito nella legge 54 del 2006. Un progetto su cui Simone … Continua a leggere I punti cardinali del DDL Pillon

Giustizia: per gli esperti del diritto di famiglia il ddl Pillon è anticostituzionale e non è emendabile

La maggioranza in parlamento lo vorrebbe modificare. «Illiberale e inemendabile» dicono magistrati, avvocati, mediatori al convegno «Riforma del diritto di famiglia e ddl Pillon. I doveri degli adulti e i diritti dei bambini»: un tavolo tecnico che si è svolto il 18 dicembre al Senato organizzato da Mariarosaria Guglielmi di Magistratura democratica e Luisa Betti Dakli di Articolo 21. da La 27esimaora del Corriere della … Continua a leggere Giustizia: per gli esperti del diritto di famiglia il ddl Pillon è anticostituzionale e non è emendabile

Perché ho accettato di candidarmi alle elezioni di Stampa Romana andando Controcorrente

Il mio è il tesserino n. 061857 e sono iscritta all’ordine dei giornalisti professionisti del Lazio come Luisa Betti. Ho guadagnato questo tesserino con un praticantato in un giornale dove ingoiavo rospi ogni giorno. Arrivata a  Mediaset me ne sono andata dopo 6 mesi perché non volevo leccare il culo a nessuno e perché non ho mai permesso a nessun uomo di trattarmi come un … Continua a leggere Perché ho accettato di candidarmi alle elezioni di Stampa Romana andando Controcorrente

Il contenzioso sulla Casa delle donne a Roma. Tutti i numeri e i valori (sociali)

dalla 27esimaora del Corriere della sera Alla fine è arrivata forte e chiara la risposta che la Casa internazionale delle donne di Roma ha dato pubblicamente alla sindaca Virginia Raggi con una Conferenza stampa che si è svolta ieri a via della Lungara 19 con le avvocate Giuliana Aliberti e Maria Rosaria Russo Valentini, che si stanno occupando del ricorso al Tar fatto il 29 ottobre … Continua a leggere Il contenzioso sulla Casa delle donne a Roma. Tutti i numeri e i valori (sociali)

Roma: la verità sulla Casa delle donne descritte dalla sindaca Raggi come parassite

Lo ha detto pubblicamente e senza un minimo di pudore: la Casa internazionale delle donne non vuole pagare e vuole stare al Buon Pastore approfittando di un privilegio. La sindaca di Roma, Virginia Raggi, non ha battuto ciglio nel proferire queste parole durante l’intervista di Maria Latella a Sky tg24, pur sapendo bene che le cose non stanno proprio così. Dopo essersi lamentata di non … Continua a leggere Roma: la verità sulla Casa delle donne descritte dalla sindaca Raggi come parassite

Lega, Pucciarelli presidente diritti umani e Pillon vice in commissione infanzia: non sarà un controsenso?

Eleggere Stefania Pucciarelli, senatrice ligure del Carroccio, a presidente della Commissione dei diritti umani al posto di Luigi Manconi – che si è speso su Stefano Cucchi, Federico Aldrovandi, Giulio Regeni e la legge sulla tortura – significa cancellare la commissione stessa e il senso della sua esistenza. Preferita a Emma Bonino, che avrebbe rappresentato un’idea più attinente ai diritti umani, Pucciarelli è famosa non per … Continua a leggere Lega, Pucciarelli presidente diritti umani e Pillon vice in commissione infanzia: non sarà un controsenso?