#Lottomarzo: un successo globale con le giovani in testa

di Lucrezia Cairo (foto di Cecilia Mussoni al corteo di NUDM a Roma)   In 55.000 soltanto a Roma, lo sciopero Globale delle donne è stato un successo in tutto in mondo: in Argentina, Spagna e Italia le manifestazioni e gli scioperi sono stati i più massicci, ma anche a Londra, Parigi, Berlino e per la prima volta in Grecia e in Belgio, mentre in … Continua a leggere #Lottomarzo: un successo globale con le giovani in testa

8 marzo: femminismi contro sovranismi

Oggi si sciopera nel mondo per i diritti delle donne. A Roma il corteo di Non una di meno  partirà alle ore 17 da piazza Vittorio, per concludersi in piazza Madonna del Loreto: contro la violenza maschile sulle donne e contro il ddl Pillon. in sciopero anche i sindacati autonomi  Usi (Unione Sindacale Italiana), Cobas (Confederazione dei Comitati di Base), Usb (Unione Sindacale di Base). A rischio … Continua a leggere 8 marzo: femminismi contro sovranismi

Per la Consulta la legge Merlin non si tocca. Violenza nella prostituzione spiegata da chi l’ha vista

Alla fine ce l’abbiamo fatta: la richiesta sui profili d’incostituzionalità della legge Merlin, la legge che nel 1958 chiuse quelle che furono chiamate dalla stessa senatrice le prigioni delle donne, sono stati respinti dalla Corte Costituzionale. A chiederla erano stati i Giudici di Bari su richiesta dei difensori degli imputati al processo sulle ragazze procacciate e offerte come merce sessuale, tra il 2008 e il 2009, … Continua a leggere Per la Consulta la legge Merlin non si tocca. Violenza nella prostituzione spiegata da chi l’ha vista

Prostituirsi è una libera scelta? Legge Merlin al vaglio della Corte Costituzionale: le donne si ribellano

Oggi la Corte costituzionale si riunisce per stabilire o meno profili di incostituzionalità della legge Merlin del 1958 che ha introdotto i reati di sfruttamento, induzione e favoreggiamento della prostituzione. Una legge che non dice che la prostituzione è un reato ma introduce quelli citati anche se fosse “volontariamente e consapevolmente esercitata”. A contestarla sono Giudici di Bari su richiesta dei difensori degli imputati al processo … Continua a leggere Prostituirsi è una libera scelta? Legge Merlin al vaglio della Corte Costituzionale: le donne si ribellano

Ddl Pillon: un pericolo. Parlamentari al senato chiedono il ritiro secco

di Lucrezia Cairo Finalmente anche i parlamentari prendono parola pubblica sul ddl 735 presentato dal senatore leghista Simone Pillon in materia di riforma del diritto di famiglia. Ieri, durante la conferenza stampa che si è svolta al senato per iniziativa delle senatrici Valeria Fedeli (Pd) e Emma Bonino (+Europa), è emersa chiaramente una presa di posizione trasversale con la richiesta pubblica di ritiro del disegno … Continua a leggere Ddl Pillon: un pericolo. Parlamentari al senato chiedono il ritiro secco

Mamme punite e bambini sottratti: il caso di Ginevra Amerighi

dalla 27esimaora del Corriere della sera Lei è Ginevra Amerighi, una mamma alla quale è stata sottratta la figlia di pochi mesi in maniera disumana e priva di ogni ragionevolezza: una bambina che da quella mattina del marzo 2011 non ha mai più rivisto la mamma e che è stata affidata in via esclusiva al padre senza aver mai più avuto nessun incontro con l’altro genitore. … Continua a leggere Mamme punite e bambini sottratti: il caso di Ginevra Amerighi

Gli Usa decidono sul ritiro delle truppe, mentre l’Isis tortura ancora 3.000 yazide nell’indifferenza mondiale

Mentre il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, durante il discorso sullo Stato dell’Unione, diceva che era giunto il momento di riportare a casa le truppe statunitensi, i senatori votavano contro il ritiro dei soldati statunitensi dalla Siria e dall’Afghanistan (77 voti contro 23). L’emendamento passato due giorni fa è di un fedelissimo di Trump, il senatore repubblicano Mitch McConnell, e il testo dice che un ritiro adesso potrebbe … Continua a leggere Gli Usa decidono sul ritiro delle truppe, mentre l’Isis tortura ancora 3.000 yazide nell’indifferenza mondiale