Ma c’è davvero bisogno di una fiction sul massacro del Circeo?

Ha scatenato l’indignazione dei social che in massa hanno risposto con ferma condanna alla notizia a cui il Tempo ha dedicato un’intera pagina dove si parlava della preparazione di una fiction sul massacro del Circeo e di una consulenza della casa di produzione Cattleya nei riguardi di uno degli assassini delle due ragazze torturate nella villa di Punta rossa: il pluriomicida Angelo Izzo, tutt’ora nel … Continua a leggere Ma c’è davvero bisogno di una fiction sul massacro del Circeo?

La Lega si astiene contro l’hate speech perché la sua base politica è quella: basta vedere cos’è successo con il ddl Pillon

Ieri al senato è stata approvata la mozione proposta dalla senatrice Liliana Segre per l’istituzione di una commissione straordinaria sul contrasto ai fenomeni dell’intolleranza, razzismo, antisemitismo, istigazione all’odio e alla violenza. La proposta è passata con 151 voti favorevoli, nessun contrario e 98 astensioni, e ad astenersi è stato il centro destra: un voto da cui la vicepresidente della camera di Forza Italia, Mara Carfagna, ha preso … Continua a leggere La Lega si astiene contro l’hate speech perché la sua base politica è quella: basta vedere cos’è successo con il ddl Pillon

Le donne di Srebrenica: ritirate quel Nobel per non negare un genocidio

da Azione Il Nobel che fa orrore  di Luisa Betti Dakli La decisione di assegnare il premio Nobel per la letteratura allo scrittore austriaco filo-serbo Peter Handke, non è andata giù alle Žene Srebrenice (Donne di Srebrenica), gruppo che raccoglie le madri, mogli, figlie e sorelle delle vittime del genocidio compiuto dai serbi nella guerra degli anni Novanta in ex Jugoslavia. «Un uomo che ha difeso i … Continua a leggere Le donne di Srebrenica: ritirate quel Nobel per non negare un genocidio

Flussi migratori e violenza sulle donne: respingere e non revocare l’accordo con la Libia significa macchiarsi le mani di sangue

Quotidianamente rimbalza sulle pagine dei giornali e spesso viene usato in maniera strumentale come mera propaganda politica senza che si affronti mai la vera causa e un piano realistico d’intervento per un fenomeno che è comunque in crescita e causato dai continui conflitti causati proprio da quell’Occidente in cui queste persone cercano riparo. Parliamo dei flussi migratori, che non sono una cosa di adesso ma … Continua a leggere Flussi migratori e violenza sulle donne: respingere e non revocare l’accordo con la Libia significa macchiarsi le mani di sangue

Perché i bambini strappati alle donne che denunciano una violenza non fa notizia?

In Italia si moltiplicano i casi di bambini sottratti da parte dei tribunali dei minori di tutta Italia nelle separazione e affidi. Bambini messi in casa famiglia o affidati e dati in collocamento al genitore accusato di violenza domestica, maltrattamenti o abusi su cui il giudice non indaga ma si affida a esperti, psicologi e psichiatri, con Ctu (Consulenze tecniche d’ufficio) provenienti da scuole di … Continua a leggere Perché i bambini strappati alle donne che denunciano una violenza non fa notizia?

Sottrazione di bambini: parlateci di Laura

Quello di Laura è un caso in cui si sono susseguite, in questi giorni, interpellanze parlamentari, richieste della società civile e dei centri antiviolenza, una conferenza stampa a Montecitorio con parlamentari di vari schieramenti politici, e una richiesta della vicepresidente della camera, Mara Carfagna, di sospensione del decreto di allontanamento del bambino dalla madre diretta alla presidente del Tribunale dei minori, Alida Montaldi. Presidente che … Continua a leggere Sottrazione di bambini: parlateci di Laura

Elisa non ha provocato la sua morte: Sebastiani è il suo assassino, un violento che la voleva come un oggetto

Adesso è chiaro, il processo è già stato fatto e grazie al nostro grande giornalismo d’inchiesta è emerso che la vera responsabile della morte di Elisa Pomarelli non è altro che lei stessa: una donna di 28 anni che ha provocato il suo decesso per il suo comportamento verso il suo assassino, un amico che voleva essere il suo fidanzato ma che è stato rifiutato da … Continua a leggere Elisa non ha provocato la sua morte: Sebastiani è il suo assassino, un violento che la voleva come un oggetto