Aborto, anche in Louisiana leggi restrittive: perché l’ultradestra americana oggi chiede il conto

La Louisiana ha approvato una legge fortemente restrittiva dell’aborto unendosi al gruppo di stati che hanno adottato misure analoghe. Con 79 voti a favore e 23 contrari è passata la misura che vieta l’aborto oltre la sesta settimana di gravidanza. Anche prima dell’approvazione di questa legge, in Louisiana da anni è stato reso sempre più difficile abortire: delle 17 cliniche per le interruzioni di gravidanza che esistevano agli … Continua a leggere Aborto, anche in Louisiana leggi restrittive: perché l’ultradestra americana oggi chiede il conto

Misoginia globale: dalle mestruazioni all’aborto, se le cose vanno male la colpa è delle donne

Non lo sapevate? Le responsabili dell’inquinamento ambientale globale siamo noi e le nostre mestruazioni, perché invece di usare i pannolini di stoffa o la coppetta, usiamo assorbenti. A farcelo notare è stato pochi giorni fa il capogruppo grillino alla Camera, Francesco D’Uva, che sulla bocciatura alla camera della Tampon Tax (proposta per la prima volta nel 2016 da Possibile), ha detto a Omnibus: “Non abbiamo abbassato … Continua a leggere Misoginia globale: dalle mestruazioni all’aborto, se le cose vanno male la colpa è delle donne

Gli Usa decidono sul ritiro delle truppe, mentre l’Isis tortura ancora 3.000 yazide nell’indifferenza mondiale

Mentre il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, durante il discorso sullo Stato dell’Unione, diceva che era giunto il momento di riportare a casa le truppe statunitensi, i senatori votavano contro il ritiro dei soldati statunitensi dalla Siria e dall’Afghanistan (77 voti contro 23). L’emendamento passato due giorni fa è di un fedelissimo di Trump, il senatore repubblicano Mitch McConnell, e il testo dice che un ritiro adesso potrebbe … Continua a leggere Gli Usa decidono sul ritiro delle truppe, mentre l’Isis tortura ancora 3.000 yazide nell’indifferenza mondiale

L’onda guidata dalle donne può respingere i fascismi nel mondo

Mentre sui social se ne parla ancora dopo una settimana dall’evento, sui giornali italiani la notizia è stata quasi trascurata sia prima ma soprattutto dopo. Si tratta della Women’s March che malgrado non abbia raggiunto i numeri di due anni fa, quando Washington fu invasa contro il nuovo presidente Trump mentre s’insediava alla Casa Bianca, ha portato comunque anche quest’anno piazze piene in tutto il mondo: … Continua a leggere L’onda guidata dalle donne può respingere i fascismi nel mondo

La carica delle 100 sfonda il tetto di cristallo: chi sono le neo elette del Congresso americano?

Di loro è stato detto tutto: da dove vengono, cosa le ha spinte a presentarsi alle elezioni del Midterm, come si vestono e quali sono i loro gusti. Sono le nuove elette al Congresso americano e, secondo molti, porteranno un vento nuovo all’interno della politica degli Stati Uniti. Sotto la spinta del movimento #metoo e della grande mobilitazione delle donne, dopo l’elezione dell’attuale presidente Donald … Continua a leggere La carica delle 100 sfonda il tetto di cristallo: chi sono le neo elette del Congresso americano?

Bolsonaro: tutte le donne del presidente

A una settimana dalla sua elezione a presidente del Brasile, Bolsonaro sta mettendo insieme la sua squadra, naturalmente tutta al maschile: da Onyx Lorenzoni, tra i relatori della legge anticorruzione, che diventerà il potente ministro della Casa Civil, una sorta di premier braccio destro di Bolsonaro; Paulo Roberto Nunes Guedes, guru della finanza che sarà capo del ministero dell’Economia, con un programma che prevede smantellamento dello Stato sociale, privatizzazioni, concessioni, e vendita … Continua a leggere Bolsonaro: tutte le donne del presidente

In Brasile vince Bolsonaro: allarme sui diritti di Human Rights Wach

Ha vinto con 55,29% contro il 44,71% del leader di sinistra Haddad, e da oggi, dopo 13 anni, il Brasile vira completamente a destra, verso un passato che forse in troppi hanno dimenticato. Bolsonaro ha già pronti i ministri: Paulo Guedes alle Finanze, il generale Augusto Heleno alla Difesa, Onyx Lorenzoni come primo ministro. Una vittoria che dall’Italia il ministro degli interni Salvini saluta con entusiasmo dichiarando che “l’amicizia tra i … Continua a leggere In Brasile vince Bolsonaro: allarme sui diritti di Human Rights Wach