Sballo adrenalinico

Cara Direttrice,

Le scrivo perché ho un problema, anzi un problemone. Sono una donna che nella vita ha sempre vissuto a mille, senza fermarmi mai, e ho avuto molti uomini: mi sono innamorata, ma ho vissuto anche follie di una notte. Ho avuto sempre moltissimi spasimanti, e ho avuto l’accortezza sempre di scegliere quello che mi piaceva.

Ho incontrato uomini meravigliosi ma anche uomini senza scrupoli che millantano una sincerità e una integrità che non hanno. Insomma la mia vita sentimentale è sempre stata movimentata. Oggi però mi trovo in una impasse da cui non so come tirarmi fuori: quest’anno, dopo la chiusura con una storia che aveva fatto il suo tempo, ho avuto diverse brevissime storie, alcune esaltanti altre meno, ma comunque piacevoli.

In queste microstorie però ci sono tre uomini che non riesco a togliermi dalla testa. Sono stati incontri fugaci ma intensi, da sballo adrenalinico: notti di fuoco, passione inaspettata, eventi a sorpresa, un po’ come stare su un serf in mare aperto e aspetti la prossima onda senza sapere di che inda si tratta: insomma roba da film. Il mio problema è che adesso, qui, non riesco neanche a guardare gli uomini: mi sembrano tutti insignificanti, stupidi, brutti, insulsi, e non mi va neanche di fare nuovo incontri, mentre con loro, gli uomini di cui sopra, ho solo rapporti epistolari molto sporadici e senza alcun valore reale per via della lontananza geografica. La verità è io partirei anche domani ma il coronavirus me lo impedisce e ancora chissà per quanto: come posso fare?

Lettrice disperata

Cara lettrice disperata,

ma che bel pacchetto! A me il tuo problema sembra uno solo: hai sperimentato qualcosa che ti attrae maggiormente e che ha per te una valenza esotica, prima sconosciuta, hai fatto il cosiddetto “salto quantico” che moltissime donne ancora sognano di fare. Dalle tue parole è evidente che sei una donna decisa, che sa quello che vuole.

E dunque, perché crucciarsi tanto? Ti consiglio di essere intanto soddisfatta del percorso e della consapevolezza che hai alle spalle, che ti permette di non “accontentarti” più di ciò che sceglievi tempo addietro. È come se passassi dalla cucina di una trattoria a un ristorante pluristellato: certo, la trattoria è sempre buona, ma non c’è paragone con l’altro!

Purtroppo in questo momento il coronavirus è una problematica invece molto reale, che affligge le vite di tutti noi, compresi probabilmente i tuoi uomini lontani. Con la tua personalità però, sono certa che non correrai il rischio di essere dimenticata da costoro, soprattutto se hai la possibilità di mantenere un contatto telematico anche se flebile.

Allo stesso tempo, invece di valutare le possibilità che hai con ognuno di loro, perché non ti decidi a portarle avanti tutte e tre e vedi cosa succede? E anche se dovessero aggiungersi altri uomini alla selezione, non mi preoccuperei: esiste la regola del ricambio.

Imperativo categorico: Abbraccia l’amore. 

Carta dei Tarocchi: Imperatrice.

Cara Direttrice,

Le scrivo perché ho un problema, anzi un problemone. Sono una donna che nella vita ha sempre vissuto a mille, senza fermarmi mai, e ho avuto molti uomini: mi sono innamorata, ma ho vissuto anche follie di una notte. Ho avuto sempre moltissimi spasimanti, e ho avuto l’accortezza sempre di scegliere quello che mi piaceva.

Ho incontrato uomini meravigliosi ma anche uomini senza scrupoli che millantano una sincerità e una integrità che non hanno. Insomma la mia vita sentimentale è sempre stata movimentata. Oggi però mi trovo in una impasse da cui non so come tirarmi fuori: quest’anno, dopo la chiusura con una storia che aveva fatto il suo tempo, ho avuto diverse brevissime storie, alcune esaltanti altre meno, ma comunque piacevoli.

In queste microstorie però ci sono tre uomini che non riesco a togliermi dalla testa. Sono stati incontri fugaci ma intensi, da sballo adrenalinico: notti di fuoco, passione inaspettata, eventi a sorpresa, un po’ come stare su un serf in mare aperto e aspetti la prossima onda senza sapere di che inda si tratta: insomma roba da film. Il mio problema è che adesso, qui, non riesco neanche a guardare gli uomini: mi sembrano tutti insignificanti, stupidi, brutti, insulsi, e non mi va neanche di fare nuovo incontri, mentre con loro, gli uomini di cui sopra, ho solo rapporti epistolari molto sporadici e senza alcun valore reale per via della lontananza geografica. La verità è io partirei anche domani ma il coronavirus me lo impedisce e ancora chissà per quanto: come posso fare?

Lettrice disperata

Cara lettrice disperata,

ma che bel pacchetto! A me il tuo problema sembra uno solo: hai sperimentato qualcosa che ti attrae maggiormente e che ha per te una valenza esotica, prima sconosciuta, hai fatto il cosiddetto “salto quantico” che moltissime donne ancora sognano di fare. Dalle tue parole è evidente che sei una donna decisa, che sa quello che vuole.

E dunque, perché crucciarsi tanto? Ti consiglio di essere intanto soddisfatta del percorso e della consapevolezza che hai alle spalle, che ti permette di non “accontentarti” più di ciò che sceglievi tempo addietro. È come se passassi dalla cucina di una trattoria a un ristorante pluristellato: certo, la trattoria è sempre buona, ma non c’è paragone con l’altro!

Purtroppo in questo momento il coronavirus è una problematica invece molto reale, che affligge le vite di tutti noi, compresi probabilmente i tuoi uomini lontani. Con la tua personalità però, sono certa che non correrai il rischio di essere dimenticata da costoro, soprattutto se hai la possibilità di mantenere un contatto telematico anche se flebile.

Allo stesso tempo, invece di valutare le possibilità che hai con ognuno di loro, perché non ti decidi a portarle avanti tutte e tre e vedi cosa succede? E anche se dovessero aggiungersi altri uomini alla selezione, non mi preoccuperei: esiste la regola del ricambio.

Imperativo categorico: Abbraccia l’amore. 

Carta dei Tarocchi: Imperatrice.

La Corrispondenza è una rubrica curata da Luisa Betti Dakli che dirige il Network DonnexDiritti e International Women, e che risponderà alle vostre lettere e a ogni vostra richiesta garantendo l’anonimato qualora le sia chiesto. Potete mandare le vostre missive per email o scriverle direttamente nel format proposto qua sotto.

    Le ultime lettere