To be or not to be

Cara direttrice,

vorrei condividere con lei una mia preoccupazione che vivo in ogni relazione: il cambiamento. Ogni relazione che ho vissuto, come credo sia normale, mi ha cambiata.

Spesso però mi è stato chiesto di cambiare, di far emergere di meno la mia personalità, di non eccellere se loro non riuscivano e io per amore, per amicizia ho sempre cercato di farlo.

Ciò che però mi spaventa è accettare di cambiare e senza volerlo perdere una parte di me.  Come posso migliorarmi, mettermi in discussione e quindi cambiare per chi amo senza perdermi? 

Grazie per il suo tempo 

Carissima,

il fatto che tu ti ponga questo problema mostra tutta la tua sensibilità che però non deve portarti a vedere le cose dal lato opposto per compiacere gli altri perché qua la cosa che mi sembra chiara è che tu non devi cambiare proprio nulla.

Se la tua personalità è forte, se sei una ragazza decisa, se sai il fatto tuo e vai dritta per la tua strada, non capisco perché devi apparire più debole, più incerta, più traballante perché altrimenti rischi di oscurare chi hai vicino.

Mi sembra una follia sinceramente perché molte donne vorrebbero la tua personalità che invece deve emergere in tutta la sua luce e dirompenza.

Direi che se ci deve essere un cambiamento, deve essere radicale ma in un’altra direzione, e cioè cambiare non te ma le persone di cui ti circondi, soprattutto di chi che ti chiede di abbassare la tua luce perché significa che non va bene per te. Mi sa che è arrivato il momento di cercare qualcuno che sia alla tua altezza e che sia capace di vivere e di accendere la tua brillante mente invece di cercare di affievolirla. Questo è il vero cambiamento che ti serve per spiccare il volo, perché le ali ce l’hai, le vedo da qui.

Imperativo assoluto: cambiamento radicale.

Carta dei Tarocchi: la Morte.

 

Cara direttrice,

vorrei condividere con lei una mia preoccupazione che vivo in ogni relazione: il cambiamento. Ogni relazione che ho vissuto, come credo sia normale, mi ha cambiata.

Spesso però mi è stato chiesto di cambiare, di far emergere di meno la mia personalità, di non eccellere se loro non riuscivano e io per amore, per amicizia ho sempre cercato di farlo.

Ciò che però mi spaventa è accettare di cambiare e senza volerlo perdere una parte di me.  Come posso migliorarmi, mettermi in discussione e quindi cambiare per chi amo senza perdermi? 

Grazie per il suo tempo 

Carissima,

il fatto che tu ti ponga questo problema mostra tutta la tua sensibilità che però non deve portarti a vedere le cose dal lato opposto per compiacere gli altri perché qua la cosa che mi sembra chiara è che tu non devi cambiare proprio nulla.

Se la tua personalità è forte, se sei una ragazza decisa, se sai il fatto tuo e vai dritta per la tua strada, non capisco perché devi apparire più debole, più incerta, più traballante perché altrimenti rischi di oscurare chi hai vicino.

Mi sembra una follia sinceramente perché molte donne vorrebbero la tua personalità che invece deve emergere in tutta la sua luce e dirompenza.

Direi che se ci deve essere un cambiamento, deve essere radicale ma in un’altra direzione, e cioè cambiare non te ma le persone di cui ti circondi, soprattutto di chi che ti chiede di abbassare la tua luce perché significa che non va bene per te. Mi sa che è arrivato il momento di cercare qualcuno che sia alla tua altezza e che sia capace di vivere e di accendere la tua brillante mente invece di cercare di affievolirla. Questo è il vero cambiamento che ti serve per spiccare il volo, perché le ali ce l’hai, le vedo da qui.

Imperativo assoluto: cambiamento radicale.

Carta dei Tarocchi: la Morte.

 

La Corrispondenza è una rubrica curata da Luisa Betti Dakli che dirige il Network DonnexDiritti e International Women, e che risponderà alle vostre lettere e a ogni vostra richiesta garantendo l’anonimato qualora le sia chiesto. Potete mandare le vostre missive per email o scriverle direttamente nel format proposto qua sotto.

    Le ultime lettere