Paura quotidiana nella metro di NYC

C’è chi viene molestata mentre raggiunge la piattaforma del treno, chi è costretta a guardare un uomo mentre si masturba nel vagone vuoto, o chi rimane vittima di uno stupro. Non è un posto dimenticato da dio, ma il civilissimo Occidente, e per la precisione i trasporti pubblici di New York. Secondo uno studio che risale al 2007 circa il 63% dei newyorchesi hanno subito … Continua a leggere Paura quotidiana nella metro di NYC

Basta con le spose bambine

Vendute, cedute, massacrate, abusate e violentate fino alla morte, le spose bambine sono, secondo l’Onu, circa 60 milioni sparse nel mondo. In Medio Oriente la situazione è più difficile da valutare perché il fenomeno non è censito, ma in Turchia tre spose su dieci sono adolescenti, soprattutto nelle aree orientali del Paese e nell’Anatolia, mentre in Arabia Saudita, dove si applica la sharia (la legge islamica), e dove qualche anno fa una bimba di 8 anni … Continua a leggere Basta con le spose bambine

Sei una strega? ti taglio la testa

Lunedì scorso una donna, Amina Bint Abdul Halim Salem Bin Nasser, è stata decapitata in Arabia Saudita, nella provincia settentrionale di al-Jawf, con l’accusa di “stregoneria e magia”. Philip Luther, direttore ad interim di Amnesty International del Medio Oriente e Nord Africa, afferma che “anche se non conosciamo i dettagli degli atti con cui le autorità hanno accusato Amina, l’accusa di stregoneria è stato spesso usata in … Continua a leggere Sei una strega? ti taglio la testa

Prima la sposa e poi l’ammazza

Come da manuale: lui e lei stanno insieme, sono una coppia, poi nasce un figlio, ma lui comincia a maltrattarla, a picchiarla, fino a quando lei non si stufa e se ne va. Lui allora perde il controllo, la sua identità di maschio dominante è gravemente minacciata dall’assenza della sua vittima prediletta e comincia a perseguitarla, a controllarla da lontano, fino a quando non decide … Continua a leggere Prima la sposa e poi l’ammazza

Nobel, roba da femmine

Nella Giornata Internazionale dei Diritti Umani tre donne con splendidi copricapo colorati, la presidente liberiana, Ellen Johnson Sirleaf, la connazionale creatrice di uno dei movimenti pacifisti più imponenti della storia, Leymah Gbowee, e l’attivista yemenita Tawakkol Karman,  durante la solenne cerimonia che si è svolta oggi a Oslo, hanno ricevuto il premio Nobel per la pace: “Nelle guerre moderne, la maggior parte delle vittime è costituita … Continua a leggere Nobel, roba da femmine

Bambini come reduci di guerra

Secondo lo studio del University College di Londra, coordinato dal dottor Eamon McCrory, assistente clinico al dipartimento di Psicologia e Scienze del Linguaggio, gli effetti della violenza domestica sul cervello dei bambini sarebbe uguale al trauma subito da un reduce di guerra. A conferma di quanto detto, il risultato di uno studio neurofisiologico che ha analizzato i tracciati celebrali di bambini coinvolti in dinamiche violente … Continua a leggere Bambini come reduci di guerra

Bambine ostaggio dei narcos

Ci sono circa 800 ragazzine tra i 12 e i 17 anni ostaggio dei narcostrafficanti messicani: bambine e ragazze che scompaiono nel nulla, prelevate direttamente dalla fetta più povera dell’umanità, e rese schive sessuali dei capi della criminalità locale, oppure addestrate per diventare spie, sicarie, killer insospettabili. Una piaga che ha cominciato a nascere in Messico negli stati del nord, vicino al confine con gli … Continua a leggere Bambine ostaggio dei narcos