Donne state a casa e fate figli!

Camillo Longone io non lo conoscevo, o forse non leggo le cose che scrive, ma oggi mi capita sotto gli occhi questo titolo: Togliete i libri alle donne e torneranno a fare figli, e scopro che si tratta di un articolo firmato appunto da Camillo Longone sul quotidiano Libero, che decido di leggere perché mi riguarda: perché sono una donna, grande, laureata, giornalista e ho una … Continua a leggere Donne state a casa e fate figli!

Lapidazione per madre e figlia

Il 10 novembre scorso, a Ghazni in Afghanistan (138 km a sud ovest di Kabul), madre e figlia sono state uccise insieme con l’accusa di adulterio, in una zona passata dal controllo delle forze internazionali a quello del governo locale. Un gruppo di uomini è andato a prelevare le due donne direttamente a casa facendo una irruzione notturna e costringendo la madre, una giovane vedova, e … Continua a leggere Lapidazione per madre e figlia

Giulia è nata, e cresce forte e sana

Con un Manifesto firmato da 350 giornaliste tra carta stampata, televisione, radio e web, la rete delle giornaliste unite libere e autonome “per un’informazione che non sia megafono dei poteri ma racconti fedelmente la realtà a partire da una più vera e corretta rappresentazione della donna e della società”, è nata Giulia: Giornaliste unite per il cambiamento. Nel suo manifesto, visibile nel sito (http://giulia.globalist.it/), Giulia chiarisce che la … Continua a leggere Giulia è nata, e cresce forte e sana

Continua la mattanza in Costa d’Avorio

In Costa d’Avorio ogni 36 ore un bambino/a subisce uno stupro. Questo il dato allarmante di Save the Children e Unicef presenti nel Paese. Nel periodo che va da novembre 2010 a settembre 2011, si legge nel rapporto “Minacce, violenze, gravi violazioni, dei diritti dei bambini – Rapporto sull’impatto della crisi post-elettorale sui minori in Costa d’Avorio” redatto dalle organizzazioni internazionali che lavorano sul territorio, … Continua a leggere Continua la mattanza in Costa d’Avorio

Giornaliste stuprate in piazza Tahrir

Caroline Sinz, reporter della tv francese France 3, è stata aggredita e violentata ieri al Cairo, in Piazza Tahrir durante la rivolta egiziana di questi giorni, mentre tentava di fare un reportage: “Stavamo filmando in via Mahamed Mahmoud –  ha raccontato la giornalista nell’edizione serale del telegiornale di France 3 – quando io e il mio cameraman siamo stati assaliti da un gruppo di ragazzi … Continua a leggere Giornaliste stuprate in piazza Tahrir

Pericolo a Oslo

Anche in Scandinavia la vita delle donne non è più così sicura. Nella patria dell’emancipazione femminile e della parità tra i sessi, aumentano vertiginosamente le violenze sulle donne. In particolare a Oslo sono in netto aumento gli stupri con una percentuale che, in proporzione agli abitanti, dal 2001 a oggi è aumentata dell’84%. Davanti al caos i norvegesi sono scesi in piazza per protestare con … Continua a leggere Pericolo a Oslo

Rompere quel “dannato silenzio”

Per il 25 novembre, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, Genova Palazzo Ducale Fondazione Cultura, ha realizzato un video in collaborazione con Genova Città Digitale. L’iniziativa ha il patrocinio dell’Associazone Ligure dei Giornalisti e della Commissione Pari Opportunità della Federazione Nazionale della Stampa. Il video si intitola “Dannato silenzio”, e mostra il volto di 32 donne mentre una striscia nera, sui … Continua a leggere Rompere quel “dannato silenzio”